I tassi di cancro della pelle sono aumentati significativamente negli ultimi decenni

Secondo un nuovo studio, i tassi di incidenza del cancro della pelle (melanoma cutaneo maligno) sono aumentati di oltre il 550% nei maschi e del 250% nelle femmine rispetto ai primi anni ’80 in Inghilterra. Il lavoro ha analizzato i dati su più di 265.000 individui con diagnosi di cancro della pelle in Inghilterra nel periodo tra il 1981 e il 2018.

Il cancro della pelle è il quinto tumore più comune nel Regno Unito, con circa 16.200 nuovi casi ogni anno.

Il principale fattore di rischio ambientale per lo sviluppo del cancro cutaneo è l’eccessiva esposizione ai raggi Uv del sole. Si stima che circa l’86% di tutti i tumori della pelle nel Regno Unito siano attribuibili a questa causa. L’esposizione a fonti artificiali di radiazioni Uv da lettini/lampade abbronzanti al chiuso è la seconda causa più importante di cancro della pelle.

Ora il lavoro mostra che l’aumento maggiore si è osservato nei maschi e in età avanzata. Il dato che riguarda gli uomini è, secondo i ricercatori, coerente con la loro esposizione al sole relativamente maggiore e il loro scarso comportamento di protezione solare.

Per la prima volta si è inoltre dimostrato che i tassi di cancro della pelle nei giovani (età 0-34 anni) in Inghilterra si sono stabilizzati durante gli ultimi due decenni. Questa scoperta suggerisce quindi che le campagne di salute pubblica rivolte a bambini, adolescenti e genitori possono influenzare favorevolmente l’incidenza di questa forma di cancro. Secondo gli esperti, un buon punto di partenza per ragionare di prevenzione primaria e secondaria.

Fonte: Lancet Regional Health – Europe

IT-NON-03929-W-02/2023