IBD: alta prevalenza di stanchezza tra i pazienti

Gli adulti che soffrono di malattie infiammatorie intestinali (IBD) hanno un’elevata prevalenza di stanchezza, almeno stando a uno studio pubblicato su Clinical Gastroenterology and Hepatology da un gruppo dell’Università di Calgary, in Canada, coordinato da Adrijana D’Silva.

I ricercatori hanno condotto una review sistematica e meta-analisi per esaminare la prevalenza globale, i fattori di rischio e l’impatto della stanchezza sugli adulti con IBD, analizzando, complessivamente, dati presi da 20 studi pubblicati in letteratura.

La percentuale complessiva di stanchezza tra i pazienti di tutti gli studi è stata del 47%, anche se c’era un’elevata eterogeneità tra le ricerche. La prevalenza della stanchezza, infatti, variava in modo significativo in base alla definizione di stanchezza, con il 28% cronica e il 48% alta, e con lo stato della malattia, con il 72% per chi era in fase attiva e il 47% per chi era in remissione. I fattori di rischio più comunemente riportati, comunque, erano sonno disturbato, ansia, depressione ed anemia.

 Fonte: Clin Gastrenterol Hepatol (2022) – doi: 10.1016/j.cgh.2021.06.034 (https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/34216824/)

IT-NON-06931-W-04/2024