Identificato un nuovo gene implicato nello sviluppo del neuroblastoma

I ricercatori della Mayo Clinic hanno scoperto che un gene di instabilità cromosomica, USP24, è spesso assente nei pazienti pediatrici con neuroblastoma. Lo studio è stato pubblicato da Cancer Research, la rivista dell’American Association for Cancer Research.


“Il neuroblastoma è un tumore altamente aggressivo che colpisce quasi esclusivamente i bambini piccoli”, spiega Paul Galardy. Per identificare nuovi approcci terapeutici, il Dr. Galardy e i suoi colleghi hanno esaminato il ruolo di una serie di enzimi noti come enzimi deubiquitinanti (DUB) in questa malattia.


“Si sa poco sul ruolo dei DUB nel neuroblastoma”, commenta Galardy. “Abbiamo utilizzato un approccio computazionale per determinare l’effetto di una quantità eccessiva o insufficiente di un gene sull’esito di una varietà di tumori umani per identificare i DUB che possono svolgere un ruolo nel neuroblastoma”.


“Abbiamo osservato bassi livelli di USP24 nei bambini con neuroblastoma altamente aggressivo, che porta alla progressione precoce o alla recidiva della malattia”.


Utilizzando topi geneticamente modificati privi del gene USP24, il team ha anche scoperto che USP24 svolge un ruolo importante nella protezione delle cellule dagli errori nella distribuzione cromosomica che si verificano durante la divisione cellulare.


Ne concludono che USP24 può svolgere un ruolo nel garantire un’accurata divisione cellulare e che una perdita di USP24, almeno nei topi, porta alla formazione di tumori. Potrebbe anche contribuire allo sviluppo di tumori aggressivi di neuroblastoma nei bambini.


Fonte: Cancer Res December

IT-NON-04071-W-02/2023