Il consumo di uva può proteggere la pelle dai danni Uv

Un recente studio ha scoperto che il consumo di uva protegge dai danni ultravioletti (Uv) alla pelle. Le persone che hanno preso parte al lavoro hanno infatti mostrato una maggiore resistenza alle scottature e una riduzione dei marcatori di danno Uv a livello cellulare. Secondo i ricercatori, i responsabili di questi effetti benefici sarebbero i polifenoli contenuti nel frutto.


Lo studio ha esaminato l’impatto del consumo di uva intera in polvere per 14 giorni sui danni da luce Uv. La risposta della pelle è stata misurata prima e dopo aver consumato uva per due settimane, determinando la dose minima di eritema (Med), cioè la dose soglia di radiazione Uv che ha indotto un arrossamento visibile dopo 24 ore.


Il consumo di uva è risultato protettivo; è stata necessaria una maggiore esposizione ai raggi Uv per provocare una scottatura dopo il consumo di uva, con un aumento medio della Med del 74,8%. L’analisi delle biopsie della pelle ha mostrato che la dieta a base di uva era associata a una diminuzione dei danni al Dna, a un minor numero di cellule della pelle morte e a una riduzione dei marcatori infiammatori che, se non controllati, possono compromettere la funzione della pelle e potenzialmente portare al cancro cutaneo.


La maggior parte dei casi di tumore della pelle è associata all’esposizione ai raggi Uv del sole. Inoltre, si stima che il 90% dell’invecchiamento della pelle sia causato dal sole.


I ricercatori hanno osservato un significativo effetto fotoprotettivo con il consumo di uva e sono stati in grado di identificare i percorsi molecolari attraverso cui si verifica questo beneficio. L’uva può quindi agire come una protezione solare commestibile, offrendo un ulteriore strato di protezione oltre ai prodotti solari topici.


Fonte: Journal of the American Academy of Dermatology

IT-NON-04031-W-02/2023