Il plasma ricco di piastrine ha mostrato efficacia nei pazienti con osteoartrosi

Uno studio pilota ha combinato la tecnologia indossabile (sensori) e i risultati riferiti dai pazienti per valutare l’efficacia del trattamento con plasma ricco di piastrine (Prp) nell’osteoartrosi (Oa).


I risultati hanno mostrato che una singola iniezione di plasma ricco di leucociti/Prp nell’articolazione del ginocchio ha migliorato significativamente la mobilità funzionale, il dolore e la qualità della vita dopo sei settimane. Lo studio sostiene l’uso di questo approccio combinato per valutare ulteriormente questa e altre terapie biologiche emergenti per i disturbi muscoloscheletrici in studi clinici più ampi.


L’osteoartrosi è una delle principali cause di disabilità, che colpisce quasi 52 milioni di americani. È stato stimato che oltre l’80% degli individui di età superiore ai 55 anni ha qualche evidenza della malattia. L’Oa si sviluppa quando la cartilagine si rompe. Progressivamente, le articolazioni diventano dolorose, gonfie e difficili da muovere. Attualmente, non ci sono terapie validate che ritardano la progressione della malattia. L’attuale standard di cura è limitato ad alleviare i sintomi con corticosteroidi.


Tuttavia, anche se gli steroidi sembrano essere utili a breve termine per il dolore, prove emergenti hanno associato l’uso di steroidi a lungo termine nell’Oa con la perdita di cartilagine. Poiché l’osteoartrosi è una malattia dell’intera articolazione, c’è la necessità di sviluppare nuove strategie terapeutiche che prevengano o ritardino la progressione della patologia, migliorando i risultati funzionali. Il Prp sta emergendo come uno dei candidati promettenti per trattare l’Oa che sono attualmente utilizzati nella pratica clinica.


Lo studio pilota prospettico ha incluso 12 pazienti, ciascuno dei quali ha ricevuto un’iniezione di Prp. Funzione e dolore sono stati valutati sei settimane dopo.


Il Prp viene preparato a partire dal sangue del paziente stesso rimuovendo i globuli rossi e arricchendo la concentrazione di piastrine. Il composto contiene anche globuli bianchi, o leucociti.


Nello studio è stato dimostrato che una singola iniezione migliora significativamente la mobilità funzionale del ginocchio, il dolore e la qualità della vita a sei settimane. Ora sarà necessario condurre studi clinici randomizzati più ampi sul Prp.


Fonte: Regenerative Medicine

IT-NON-05683-W-10/2023