Il primo atlante completo a cellule singole dei denti umani

Un team ha creato il primo atlante di cellule singole dei denti umani. Utilizzando una tecnologia avanzata di sequenziamento di singole cellule, i ricercatori sono stati in grado di distinguere ogni singola cellula che fa parte della polpa dentale e del parodonto. Lo studio fornisce una comprensione senza precedenti della composizione di questi due tessuti, che sono soggetti a patologie specifiche dei denti e legate ai batteri, come la carie e la parodontite.


Sia la polpa dentale che il parodonto contengono cellule staminali che possiedono un grande potenziale rigenerativo. Inaspettatamente, il team ha scoperto che le firme molecolari delle popolazioni di cellule staminali sono molto simili. I risultati suggeriscono che la specificità microambientale è la fonte potenziale delle maggiori differenze funzionali delle cellule staminali situate nei vari compartimenti dei denti.


Lo studio dimostra anche la complessità dei tessuti dentali e rappresenta un importante contributo ad una migliore comprensione dell’identità cellulare e molecolare dei tessuti dentali umani. Gli approcci monocellulari possono aiutare a capire le interazioni della polpa dentale e delle cellule parodontali coinvolte nelle risposte immunitarie in caso di insulti batterici. Pertanto, l’analisi delle cellule singole potrebbe essere utile per la diagnosi precoce delle malattie dentali. I risultati aprono così nuove strade per approcci terapeutici dentali basati sulle cellule.


Fonte: iScience

IT-NON-04697-W-05/2023