In bambini e adolescenti la dermatite atopica si accompagna a depressione e internalizzazione

Secondo uno studio pubblicato su JAMA Dermatology, la dermatite atopica grave è associata a depressione e a comportamenti di internalizzazione nell’infanzia e nell’adolescenza.


“La dermatite atopica è la più comune malattia infiammatoria della pelle; a livello globale, si stima che colpisca fino al 15%-20% della popolazione pediatrica e il 10% di quella adulta. La letteratura ha evidenziato molte importanti comorbilità sistemiche e, tra queste, un numero crescente di prove supporta un’associazione tra dermatite atopica e ansia, depressione e suicidio” spiega Chloe Kern, della University of California di San Francisco, prima autrice del lavoro.


Poiché la maggior parte degli studi si è concentrata sull’impatto di queste comorbilità sugli adulti, i ricercatori hanno voluto approfondire la situazione nella popolazione pediatrica, valutando i dati di 11.181 bambini seguiti dalla nascita fino all’età di 10 anni nell’Avon Longitudinal Study of Parents and Children nel Regno Unito.


I bambini hanno riferito sintomi di depressione utilizzando il questionario Short Moods and Feelings dai 10 ai 18 anni, mentre i comportamenti di internalizzazione sono stati misurati con la sottoscala dei sintomi emotivi del questionario Strength and Difficulties dai quattro ai 16 anni con il supporto genitoriale. I sintomi di internalizzazione sono stati definiti dalla presenza di sintomi somatici come mal di testa o mal di stomaco, sintomi cognitivi come preoccupazione, infelicità e paure e segni di bassa autostima.


Ebbene, la dermatite atopica grave è risultata essere associata a sintomi di depressione e di internalizzazione, mentre la malattia lieve o moderata non aveva associazioni con la depressione, ma si correlava a un aumento del rischio di comportamenti di internalizzazione dal 29% all’84% a partire dall’età di quattro anni.


“Questi risultati sono importanti perché la depressione infantile e il comportamento di internalizzazione sono stati collegati alla depressione e all’ansia degli adulti, ad altri disturbi psichiatrici e a una cattiva salute generale. Il grande e crescente onere della malattia mentale pediatrica mette in evidenza l’importanza della consapevolezza dei bisogni psicosociali dei bambini e degli adolescenti con dermatite atopica” concludono gli autori.


Fonte: JAMA Dermatology

IT-NON-05395-W-09/2023