Incidenza e mortalità del cancro del colon-retto in base ai programmi di screening in Europa

Uno studio pubblicato dalla rivista The Lancet Oncology mostra che ci sono tendenze divergenti nell’incidenza, nella mortalità e nella distribuzione dello stadio del cancro del colon-retto nei paesi europei. Queste differenze sembrano essere dovute ai diversi livelli di implementazione dello screening del cancro del colon-retto.


I ricercatori hanno analizzato i dati di quasi 3,1 milioni di pazienti con cancro del colon-retto diagnosticato dal 2000 in poi (fino al 2016 per la maggior parte dei paesi) in 21 paesi europei e li hanno usati per analizzare i cambiamenti nel tempo nell’incidenza del cancro del colon-retto.


Nei paesi che hanno da tempo programmi di screening (come Austria, Repubblica Ceca e Germania), l’incidenza del cancro del colon-retto è diminuita sostanzialmente nel tempo, con variazioni percentuali medie annue che vanno dal -2,5%  a -1,6% negli uomini e da -2,4% a -1,3% nelle donne. Nei paesi in cui sono stati implementati programmi di screening durante il periodo di studio, l’incidenza del cancro del colon-retto standardizzata per età è rimasta stabile o è aumentata fino all’anno in cui è stato attuato lo screening. Le variazioni percentuali medie annue per questi paesi variavano da -0,2% a 1,5% negli uomini e da -0,5%  a 1,2% nelle donne.


Nei paesi in cui si è raggiunta rapidamente un’elevata copertura dello screening (ad esempio Danimarca, Paesi Bassi e Slovenia), i tassi di incidenza standardizzati per età inizialmente sono aumentati e successivamente sono diminuiti. Al contrario, l’incidenza del cancro del colon-retto è aumentata nella maggior parte dei paesi in cui non erano disponibili programmi di screening su larga scala (come Bulgaria, Estonia, Norvegia e Ucraina), con variazioni percentuali medie annue che vanno dallo 0,3%  all’1,9%  negli uomini e dallo 0,6% all’1,1% nelle donne. Le maggiori diminuzioni della mortalità per cancro del colon-retto sono state osservate nei paesi con programmi di screening di lunga data.

Fonte: The Lancet Oncology

IT-NON-05178-W-07/2023