Infezione da HIV aumenta il rischio di soffrire di insufficienza cardiaca

Le persone con un’infezione da HIV hanno un aumentato rischio di andare incontro a insufficienza cardiaca, che varia in base a caratteristiche demografiche e non è mediata, in via principale, dal pathway della malattia aterosclerotica. È la conclusione cui è arrivato un ampio studio pubblicato su Mayo Clinic Proceedings da un gruppo di ricercatori coordinato da Alan Go.

Per l’indagine sono state prese in considerazione circa 38.868 persone con HIV, analizzate in modo retrospettivo e confrontate con 386.586 persone senza HIV. Nel corso di un follow-up medio di 3,8 anni è emerso che il tasso di incidenza di insufficienza cardiaca per 100 persone/anno era di 0,23, per chi aveva l’infezione da HIV, contro 0,15, per coloro che non avevano l’infezione virale (p <0,001). Il rischio ‘adjusted’ tra i pazienti con HIV, inoltre, era più manifesto per i pazienti che avevano 40 anni o meno e tra le donne.

Fonte: Mayo Clinic Proceedings 2021

IT-NON-06231-W-01/2024