Insufficienza cardiaca: rischio aumentato nelle donne sedentarie dopo la menopausa

Più tempo le donne anziane trascorrono sedute o sdraiate, maggiore è il loro rischio di ricovero per insufficienza cardiaca, come emerge dai dati relativi a più di 80.000 pazienti.

Come affermato da Michael LaMonte della State University of New York, autore dello studio, le Physical Activity Guidelines del 2018 presentano evidenze dell’impatto dell’attività fisica sulla riduzione del rischio di insufficienza cardiaca, ma l’associazione fra attività, comportamento sedentario ed insufficienza cardiaca nelle donne anziane in particolare non è stata sinora ben studiata.

Data l’elevata prevalenza del tempo sedentario prolungato negli adulti statunitensi dai 65 anni in su, nei quali il carico dell’insufficienza cardiaca è sostanziale, la comprensione del ruolo del comportamento sedentario nello sviluppo dell’insufficienza cardiaca è rilevante a fini preventivi. I risultati dello studio evidenziano la necessità di strategie efficaci per ridurre il tempo di sedentarietà quotidiana, oltre ad incrementare l’attività fisica ricreativa, come parte delle iniziative per la prevenzione dell’insufficienza cardiaca nella popolazione.

I medici conoscono la valenza di uno stile di vita fisicamente attivo per la salute cardiaca, ma lo studio dimostra chiaramente che è necessario anche incrementare le iniziative per ridurre la sedentarietà quotidiana ed incoraggiare gli adulti ad interrompere di frequente le fasi sedentarie.

Ciò non richiede necessariamente un’estensione diretta dell’attività fisica, ma potrebbe semplicemente consistere nell’alzarsi per 5 minuti o nel muovere i piedi sul posto. Non sono disponibili evidenze sufficienti sul miglior approccio per interrompere i periodi sedentari, ma i dati in accumulo suggeriscono che le attività abituali come girare per la casa o altre attività della vita quotidiana sono un aspetto importante della prevenzione delle patologie cardiovascolari e dell’invecchiamento sano.

Fonte: Circ Heart Fail online 2020

IT-NON-03408-W-11/2022