Insufficienza respiratoria acuta di tipo II nella BPCO: fattori di rischio

Con l’obiettivo di guidare il trattamento clinico in tempo e, di conseguenza, ridurre il grave impatto della Broncopneumopatia cronica ostruttiva sulla salute umana, due ricercatori del Zhejiang Provincial People’s Hospital, in Cina hanno condotto una meta-analisi al fine di riassumere i fattori di rischio dell’insufficienza respiratoria di tipo II nei pazienti con esacerbazione acuta della Broncopneumopatia cronica ostruttiva

I risultati, pubblicati nel 2022 su “The clinical respiratory journal” nell’articolo intitolato “Blood biomarkers associated with acute type II respiratory failure in COPD: A meta-analysis”, mostravano che bassi livelli di albumina e acido urico erano i principali fattori di rischio; le differenze, statisticamente significative, sono presentate qui di eseguito:

• albumina: differenza media standardizzata (SMD)=-2,03, 95% CI: -2,81, -1,26

• acido urico: differenza media standardizzata = -1,28, 95% CI: -1,41, -1,15

Inoltre, questa analisi segnalava altri 10 marcatori sistematici, tra cui indicatori infiammatori, nutrizionali e del sistema cardiovascolare, ma solo in uno dei 13 studi analizzati per la meta-analisi. Poiché questo studio presentava alcune limitazioni, è importante che in futuro vengano effettuate ulteriori ricerche riguardo questa tematica. Fonte: Shi, T., & Feng, L. (2022). Blood biomarkers associated with acute type II respiratory failure in COPD: A meta-analysis. The clinical respiratory journal, 16(2), 75–83. https://doi.org/10.1111/crj.13464

https://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/crj.13464

IT-NON-07196-W-07/2024