La dermoscopia utile per la pustolosi palmo-plantare

In un recente studio, è stata applicata la dermoscopia per determinare il sito della biopsia cutanea nei casi di pustolosi palmo-plantare (Ppp) con piccole pustole o vescicole invisibili. La Ppp è una condizione cronica della pelle, spesso associata alla psoriasi a placche, abbastanza rara ma spesso particolarmente grave sul piano prognostico.


Nel lavoro, sono stati osservati con un dermoscopio 52 pazienti con diagnosi clinica di Ppp (11 uomini e 41 donne) che sono poi stati sottoposti a biopsia cutanea. Diciannove pazienti avevano pustole visibili, mentre 33 no.


Le pustole sono state rilevate da un dermoscopio sulle lesioni palmo-plantari in 17 dei 33 pazienti. Per contro, 16 persone non hanno mostrato alcuna presenza di pustole o vescicole osservate da un dermoscopio. In questo gruppo, i campioni bioptici sono stati prelevati da lesioni squamose.


Dei 16 pazienti, 10 hanno mostrato istologicamente pustole nell’epidermide.


Alla fine sono state rilevate pustole per 46 pazienti tra i 52 a cui era stata diagnosticata clinicamente la Ppp. La dermoscopia si è dimostrata significativamente utile confrontando il tasso di rilevamento. I ricercatori hanno concluso che si tratta di uno strumento utile per trovare le pustole invisibili e anche quelle normalmente non rilevabili nella Ppp. Infine, è stato dimostrato che la triade “ispezione, dermoscopia e biopsia” sia il modo migliore per fare una diagnosi di Ppp.


Fonte: The Journal of Dermathology

IT-NON-05900-W-11/2023