La NAFLD associata ad un aumento del rischio di cancro del fegato di 17 volte

La steatosi epatica non alcolica (Nonalcoholic Fatty Liver Disease, NAFLD) potrebbe essere associata ad un notevole aumento del rischio di cancro al fegato, di 17 volte maggiore rispetto a coloro che non sono affetti, secondo uno studio condotto dai ricercatori del Karolinska Institutet e pubblicato dalla rivista Hepatology. Occorre quindi un migliore follow-up dei pazienti con NAFLD.


“In questo studio con dati istologici epatici dettagliati, siamo stati in grado di quantificare l’aumento del rischio di cancro (in particolar modo di carcinoma epatocellulare) associato alla NAFLD”, spiega la prima autrice dello studio, Tracey G. Simon. “Abbiamo anche scoperto che tutte le fasi della NAFLD erano associate a un aumento del rischio di cancro, anche le prime fasi della malattia”.


I ricercatori si sono basati su un registro che includeva 8.892 pazienti svedesi con NAFLD confermata da biopsia e 39.907 controlli sani. I dati sul cancro sono stati recuperati attraverso il registro nazionale svedese dei tumori. Gli individui con NAFLD avevano un rischio maggiore del 27% di sviluppare qualsiasi tipo di cancro. Questo rischio era in larga misura determinato dal rischio aumentato di 17 volte di carcinoma epatocellulare. Inoltre, la NAFLD è stata associata a tassi moderatamente aumentati di cancro del pancreas, cancro del rene/vescica e melanoma.


Fonte: Hepatology 2021

IT-NON-04468-W-04/2023