La preeclampsia è legata a un’alta incidenza di ipertensione essenziale a lungo termine

Secondo uno studio pubblicato su Pregnancy Hypertension, le donne che sviluppano preeclampsia con caratteristiche gravi hanno un’alta incidenza di ipertensione essenziale entro quattro anni dal parto.


“Le donne con preeclampsia hanno maggiori probabilità di avere parametri ecocardiografici anormali al momento della diagnosi e di avere ipertensione e altre malattie cardiovascolari (CVD) più avanti nella vita” afferma Arthur Jason Vaught, della Johns Hopkins University, Baltimora, primo autore dello studio.


Lo screening per CVD future nelle donne con preeclampsia aiuterebbe a stratificare adeguatamente il rischio e identificare le donne ad alto rischio per la gestione preventiva; tuttavia, non è ben chiaro quale sarebbero i tempi e i modi migliori per farlo. I ricercatori hanno voluto valutare l’incidenza dell’ipertensione essenziale quattro anni dopo la gravidanza nella preeclampsia con caratteristiche gravi, identificare le variabili ecocardiografiche predittive al momento della diagnosi della PEC e valutare il tasso di anomalie ecocardiografiche quattro anni dopo aver sviluppato la PEC.


Sono state arruolate 33 donne arruolate con PEC, delle quali il 48% (16/33) ha sviluppato ipertensione essenziale entro quattro anni dal parto. Queste donne avevano pareti posteriori del ventricolo sinistro più spesse nel loro ecocardiogramma prenatale iniziale rispetto a quelle che non ha sviluppato ipertensione. Tuttavia, queste variabili ecocardiografiche anormali si sono risolte nelle 16 donne sottoposte a ecocardiografia di follow-up a quattro anni.


 “Il gruppo che ha sviluppato ipertensione essenziale ha avuto maggiori probabilità di rimodellamento cardiaco avverso al momento della diagnosi di PEC; tuttavia, nessun gruppo ha mostrato anomalie ecocardiografiche cardiache quattro anni dopo il parto” spiegano i ricercatori.


Poiché si tratta di un piccolo studio, tuttavia, saranno necessari studi di coorte a lungo termine più ampi per confermare questi risultati ecocardiografici e clinici.


Fonte: Pregnancy Hypertens. 2021

IT-NON-05012-W-07/2023