L’acido urico nel sangue è legato ad albuminuria in pazienti con diabete di tipo 2

Secondo uno studio pubblicato su Medicine, e diretto da Yun-Ju Lai, della National Yang Ming University, della Puli Branch of Taichung Veterans General Hospital, della National Taiwan University of Sport e della National Taipei University of Nursing and Health Sciences a Taiwan, l’acido urico sierico è associato ad albuminuria incidente tra i pazienti con diabete di tipo 2.


Alcuni modelli animali e ricerche di biologia molecolare hanno mostrato che l’iperuricemia è legata ad arteriolopatia renale, ipertensione arteriosa e lesioni microvascolari che coinvolgono il sistema renina-angiotensina e che determinano una compromissione della funzione renale. “Tuttavia, l’associazione tra i livelli di acido urico e lo sviluppo di albuminuria è stata poco studiata nei pazienti con diabete mellito di tipo 2, e noi abbiamo voluto approfondire la questione” spiegano gli autori.


I ricercatori hanno reclutato pazienti con diabete di tipo 2 e visite ambulatoriali regolari presso il Taichung Veterans General Hospital di Taiwan da gennaio 2014. Dati demografici, caratteristiche dello stile di vita e anamnesi sono stati raccolti da intervistatori esperti, e tutti i partecipanti sono stati sottoposti a esami fisici completi, incluso un test biochimico di campioni di sangue venoso e di urina dopo un digiuno notturno di otto ore. I partecipanti sono stati seguiti fino a giugno 2018. L’esito primario era l’incidenza di albuminuria.


Alla fine sono state incluse 247 persone, e durante il follow-up 20 soggetti hanno mostrato albuminuria incidente. L’acido urico sierico era significativamente associato a un aumentato rischio di albuminuria incidente. Il punto di cutoff dell’acido urico era 6,9 mg/dL (area sotto la curva 0,708, sensibilità 60,0%, specificità 84,58%) per l’albuminuria incidente.


Fonte: Medicine (Baltimore). 2021

IT-NON-05835-W-11/2023