Le condizioni dentali legate allo stress continuano ad aumentare

Secondo un sondaggio condotto dall’American Dental Association (Ada), più del 70% dei dentisti stanno vedendo un aumento dei pazienti che sperimentano il digrignamento e il serraggio dei denti, condizioni spesso associate allo stress. Nei dati rilasciati dall’Ada in autunno i professionisti che avevano osservato questi comportamenti erano meno del 60%.


Per l’associazione questa survey è un barometro dello stress pandemico che colpisce i pazienti e le comunità visto attraverso gli occhi dei dentisti. L’aumento nel tempo suggerisce che le condizioni legate allo stress sono diventate più prevalenti rispetto all’inizio di Covid-19.


Il sondaggio ha anche rilevato che poco più del 60% dei dentisti ha visto un aumento di altre condizioni dentali legate allo stress, tra cui denti scheggiati e incrinati e sintomi Tmd (disordine dell’articolazione temporo-mandibolare) come mal di testa e dolore alla mascella.


Nonostante le recenti speculazioni secondo le quali l’uso frequente della maschera può avere un impatto sulla salute dentale, l’indagine non ha trovato alcun cambiamento significativo nella prevalenza riportata per condizioni come l’alito cattivo e la bocca secca rispetto al periodo precedente alla pandemia.


Fonte: Ada News

IT-NON-04262-W-03/2023