Leucemia mieloide acuta: identificata una nuova vulnerabilità metabolica delle cellule

Le cellule di leucemia mieloide acuta (LMA) sono caratterizzate da un fenotipo metabolico atipico, che consiste in particolare in una maggiore massa mitocondriale e in una maggiore dipendenza dalla fosforilazione ossidativa (OXPHOS) e dall’ossidazione degli acidi grassi per la sopravvivenza.


I ricercatori dell’Università di Guelph hanno analizzato la sovraespressione degli enzimi coinvolti nel processo di ossidazione degli acidi grassi e hanno scoperto che l’enzima VLCAD è sovraespresso nelle cellule tumorali e svolge un ruolo critico per il loro metabolismo mitocondriale. Lo studio è stato pubblicato dalla rivista Blood.


L’attenuazione genetica o l’inibizione farmacologica di VLCAD ha ostacolato la respirazione mitocondriale e il contributo dell’ossidazione degli acidi grassi al ciclo di Krebs, con conseguente diminuzione della vitalità, proliferazione, crescita clonogenica e attecchimento delle cellule tumorali.


La soppressione del processo mediante inibizione di VLCAD ha provocato l’esaurimento dell’ATP e la morte delle cellule leucemiche senza alcun effetto sulle cellule ematopoietiche normali. “Questi risultati”, concludono gli autori, “dimostrano l’importanza di VLCAD nella biologia cellulare della leucemia mieloide acuta ed evidenziano una nuova vulnerabilità metabolica per questa malattia devastante”.

Fonte: Blood

IT-NON-04608-W-05/2023