L’incidenza di leucemia tra i bambini con trisomia 21 è più elevata del previsto

Uno studio su larga scala, condotto dai ricercatori dell’UC Davis Health e dell’UC San Francisco e pubblicato dalla rivista The Journal of Pediatrics, analizza l’incidenza di leucemia tra i bambini affetti da trisomia 21 e mostra che la relazione tra sindrome di Down e leucemia mieloide acuta (LMA) potrebbe essere più stretta del previsto.


I bambini con sindrome di Down hanno un rischio sostanzialmente maggiore di molteplici condizioni di salute rispetto alla popolazione generale, il rischio di sviluppare LMA prima dei 5 anni è particolarmente elevato.


I ricercatori hanno esaminato i dati di oltre 3,9 milioni di bambini nati dal 1996 al 2016 in sette sistemi sanitari degli Stati Uniti e del Canada. I dati includevano le informazioni sulla salute dei bambini dalla nascita alla diagnosi di cancro e la sopravvivenza dei pazienti. “Uno dei principali punti di forza di questo studio è la sua vasta coorte con più casi di leucemia nei bambini con sindrome di Down rispetto alla maggior parte degli studi precedenti”, osserva Emily Marlow, prima autrice della ricerca. “Ciò ha consentito una stima del rischio più precisa, soprattutto per i tipi di leucemia rara”.


Al 2,8% dei bambini con sindrome di Down è stata diagnosticata la leucemia, rispetto allo 0,05% degli altri bambini. Rispetto ad altri bambini, i bambini con sindrome di Down avevano un rischio più elevato di LMA prima dei 5 anni e un rischio più elevato di leucemia linfoblastica acuta (LLA) indipendentemente dall’età. Nei bambini con sindrome di Down, la LLA era più comune tra i 2-4 anni, mentre la LMA era più comune nei bambini più piccoli, l’incidenza più elevata è stata osservata durante il primo anno di vita.


Per i bambini non affetti da trisomia 21 invece, l’incidenza di LMA è rimasta molto bassa fino all’età di 14 anni, mentre l’incidenza di LLA ha raggiunto il picco all’età di 3 anni ed è diminuita costantemente fino all’età di 8 anni.


I ricercatori esortano quindi i genitori con bambini con sindrome di Down a prestare attenzione ad eventuali manifestazioni di leucemia. I sintomi comuni includono affaticamento o pelle pallida, infezioni e febbre, facile sanguinamento o lividi, difficoltà a respirare e tosse.


“La buona notizia è che la leucemia infantile può essere curabile se diagnosticata precocemente”, aggiunge la co-autrice senior della ricerca, Diana L. Miglioretti. 


Fonte: The Journal of Pediatrics

IT-NON-04375-W-04/2023