Malattia coronarica e prova da sforzo

I parametri del test di tolleranza allo sforzo su tapis roulant (ETT) sono associati agli indici che misurano la qualità della vita correlata alla salute (HRQL) nei pazienti valutati per possibile malattia coronarica, secondo uno studio pubblicato su Quality of Life Research.


“Il condizionamento fisico può aumentare il benessere del paziente e potrebbe fungere da target complementare in combinazione con la terapia farmacologica cardiovascolare” spiega Vasiliki Katsi, dello Hippocration Hospital di Atene, in Grecia.


È noto che la malattia coronarica abbia un impatto sulla salute fisica e mentale dei pazienti, ma la relazione tra le prestazioni all’ETT e la qualità della vita correlata alla salute non sono mai state studiate in modo specifico nel contesto della malattia coronarica.


Per meglio capire la situazione, i ricercatori hanno valutato 1.631 pazienti consecutivi sottoposti a ETT durante un controllo diagnostico, e hanno registrato gli indici relativi all’esercizio. Sono state ottenute anche informazioni dettagliate sui fattori di rischio cardiovascolare e sulla storia medica passata. L’HRQL è stata valutata con l’uso del questionario validato 36-Item Short Form Survey (SF-36).


L’analisi dei dati ha mostrato che l’aumento dell’età e la presenza di fattori di rischio cardiovascolare e comorbilità erano correlati a punteggi più bassi sulla componente di salute fisica e mentale dell’SF-36. I soggetti con aritmie durante l’esercizio e lento recupero della pressione arteriosa sistolica avevano punteggi più bassi agli indici di salute fisica o alla componente di funzionamento del ruolo sociale. La frequenza cardiaca target raggiunta e una buona tolleranza all’esercizio sono state associate indipendentemente a punteggi migliori dei domini di salute fisica e mentale di SF-36 e dei punteggi HRQL complessivi e del dolore corporeo.


Fonte: Quality of Life Research