Malattia renale cronica nei pazienti con il diabete

Circa il 42% dei pazienti che frequentano una clinica dedicata al diabete presenta segni di malattia renale cronica accertata, secondo una ricerca pubblicata sulla rivista BMJ Open Diabetes Research and Care e condotta dai ricercatori della NUI Galway e dai medici dell’University Hospital Galway Diabetes Center che ha coinvolto più di 4.500 pazienti nell’Irlanda occidentale.


I risultati suggeriscono che, nonostante un’attenta gestione medica, una percentuale relativamente alta di persone con diabete in Irlanda sta sviluppando una malattia renale cronica ed è a rischio di insufficienza renale e altre complicanze della scarsa funzionalità renale. Il diabete è ora la prima causa di malattia renale cronica e insufficienza renale in tutto il mondo. Matthew Griffin, primo autore dello studio, osserva: “quando compaiono prove di malattia renale cronica dovuta al diabete, di solito siamo di fronte a un danno ai reni che non può essere invertito e potrebbe peggiorare nel tempo”.


Gli autori hanno osservato che il 42% dei pazienti presso la clinica aveva evidenza di funzionalità renale anormale, sulla base dei risultati degli esami del sangue e delle urine. La frequenza della malattia renale cronica era più alta – quasi il 50% – nei pazienti con diabete di tipo 2. La funzione renale di oltre un quarto di tutti i pazienti e quasi un terzo di quelli con diabete di tipo 2 stava diminuendo a un ritmo più rapido del previsto. 


Fonte: BMJ Diabetes Res Care

IT-NON-04988-W-06/2023