Malattie cutanee croniche: programma educativo migliora qualità della vita

Un programma educativo ad hoc avrebbe migliorato la qualità di vita correlata alla salute e la depressione nei pazienti con psoriasi o dermatite atopica. A studiare la strategia sono stati Ugur Sahin e colleghi dell’Università di Zurigo, in Svizzera. I risultati della ricerca sono stati pubblicati su Dermatology.

Scopo dello studio era valutare l’effetto di un programma educativo multidisciplinare di nove settimane nei pazienti con malattie croniche cutanee. In particolare, sono stati coinvolti 64 pazienti con una diagnosi di psoriasi o di dermatite atopica e divisi in due gruppi, di cui uno si sottoponeva al programma e l’altro fungeva da controllo. Per valutare la qualità di vita correlata alla salute sono stati usati diversi questionari.

A sei mesi, c’è stato un miglioramento nel Beck Depression Inventory di almeno il 25% nel 68,2% dei pazienti che si sottoponevano al programma, rispetto al 27,3% del gruppo di controllo, con una differenza significativa (p =0,016). Inoltre, il 53,3% dei pazienti raggiungeva un miglioramento in un sotto dominio di SF-36 (RAND 36-Item Short From Survey), rispetto al 23,1% di quelli che non seguivano il programma educativo. Infine, non è stata trovata alcuna differenza, tra i due gruppi, negli indici DLQI, Skindex-29, EQ-5D, PASI e EASI.

Fonte: Dermatology (2022) – doi: 10.1159/000524225

(https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35533665/)

IT-NON-07011-W-05/2024