Malignità cutanee nei tatuaggi

I tatuaggi della pelle portano con sé una varietà di effetti collaterali che sono stati riportati nel corso degli anni. Studi analitici hanno dimostrato che alcuni inchiostri contengono composti nocivi.


Un recente studio ha analizzato sei casi di pazienti con neoplasie cutanee nella pelle tatuata, eseguendo anche un’ampia ricerca in letteratura.


A due pazienti con tatuaggi a inchiostro nero è stato diagnosticato un melanoma maligno: uno dei pazienti ha sviluppato una reazione immunologica limitata all’area del tatuaggio dopo il trattamento con una terapia immunitaria mirata. Nell’altro paziente, la malignità è stata fatale.


Il carcinoma basocellulare è stato visto in quattro pazienti con tatuaggi che contenevano vari colori di inchiostro (nero, verde, rosso).


Anche se alcuni componenti dell’inchiostro e i loro prodotti di scissione hanno proprietà cancerogene, non è stato possibile dimostrare l’evidenza epidemiologica di una correlazione causale. Sono quindi necessari ulteriori studi epidemiologici su tatuaggi e tumori maligni, così come sull’aspetto dei nevi nei tatuaggi. Determinare il tipo di mutazione potrebbe essere utile per separare i tumori indotti dal sole da quelli dovuti ad altri meccanismi patogenetici.


Fonte: Current Oncology

IT-NON-06128-W-12/2023