Medicina: demenze, Camillo Marra del Gemelli presidente Sin-Dem

Camillo Marra, responsabile della Clinica della memoria presso la Fondazione Policlinico universitario Agostino Gemelli Irccs di Roma, professore associato di Neurologia all’università Cattolica, è stato eletto presidente nazionale della Sin-Dem, la più grande società autonoma aderente alla Sin, Società italiana di neurologia). L’obiettivo della Sin-Dem – ricorda una nota – è quello di “promuovere la ricerca scientifica di base e clinica, l’assistenza e le attività di tipo formativo nel campo delle patologie neurologiche che provocano demenza, con particolare riferimento alla malattia di Alzheimer”.

Marra – si legge – è da sempre impegnato nella ricerca e nella cura delle demenze, e in questo campo gode di unanime considerazione a livello nazionale e internazionale. La nomina, avvenuta nel corso del XV Convegno nazionale Sin-Dem, avrà durata per il biennio 2022-2024. “La prossima presidenza – afferma il neo eletto – sarà indirizzata a promuovere le attività di qualificazione formativa e a omogeneizzare le procedure diagnostico assistenziali dei vari Centri per i disturbi cognitivi e demenza distribuiti in Italia che ancora hanno una attività e percorsi assistenziali frammentati e difformi a livello regionale”. 

Un compito centrale della Sin-Dem sarà la formulazione di raccomandazioni per indirizzare le amministrazioni sanitarie a livello locale e nazionale nelle scelte sempre più difficili che dovranno essere attuate a livello di politiche sanitarie, soprattutto alla luce della possibile disponibilità di nuovi farmaci ‘disease modifying’. “In particolare – precisa Marra – obiettivo della prossima presidenza sarà quello di porsi come guida per quanto riguarda la formulazione dei percorsi diagnostico assistenziali, con particolare attenzione alle demenze giovanili, all’approccio alle nuove terapie che saranno disponibili contro la malattia di Alzheimer e anche alle procedure da attuare in ambito di disposizioni anticipate”. La Sin-Dem è impegnata anche come punto di riferimento dellle istituzioni, attraverso l’elaborazione di documenti ufficiali e linee guida di indirizzo per arrivare a una compiuta attuazione del Piano nazionale demenze.

Fonte: Adnkronos Salute

IT-NON-03779-W-01/2023