Metastasi cerebrali: radiochirurgia stereotassica in giovani e anziani

La radiochirurgia stereotassica (SRS) apporta una sopravvivenza simile a pazienti al di sopra e al di sotto dei 75 anni con metastasi cerebrali da tumori polmonari. A rivelarlo, una ricerca condotta su 2.915 pazienti da Masaaki Yamamoto del Katsuta Hospital Mito GammaHouse di Hitachi-naka.

La SRS è comunemente raccomandata per i pazienti con tumori polmonari e metastasi cerebrali sottoposti a trattamento curativo, ma poco è noto sugli esiti nei pazienti di età non inferiore a 75 anni.

I risultati del presente studio suggeriscono che pazienti attentamente selezionati di età dai 75 anni in su non sono candidati non idonei per la SRS rispetto a quelli di età non superiore a 75 anni, e possono rispondere favorevolmente all’intervento, come affermato anche da alcuni esperti sulla base di altre indagini disponibili in letteratura.

Il presente studio dimostra chiaramente la valenza terapeutica della SRS nei pazienti con metastasi cerebrali, ed indica fortemente che l’età avanzata non dovrebbe costituire un criterio di esclusione per questi interventi. 


Fonte: Lung Cancer online 2020

IT-NON-02949-W-09/2022