Mini-toracotomia: permette una risoluzione più rapida del dolore post-operatorio

Le sternotomie della linea mediana sono associate a maggiori probabilità di avere un peggioramento acuto o un andamento stazionario del dolore rispetto alle mini-toracotomie. Questo è quanto riferisce uno studio pubblicato sul Journal of Cardiothoracic and Vascular Anesthesia, nel quale sottolinea quindi che la scelta dell’incisione può svolgere un ruolo importante nel determinare la traiettoria del dolore postoperatorio dopo un intervento chirurgico valvolare.

“Il controllo del dolore da moderato a severo rimane una sfida importante dopo la chirurgia cardiotoracica. Diversi esiti sono stati ampiamente confrontati tra l’intervento chirurgico valvolare eseguito tramite sternotomia della linea mediana e la mini-toracotomia, ma il dolore postoperatorio (POP) non è stato adeguatamente esaminato” afferma Negmeldeen Mamoun, della Duke University School of Medicine, Durham, Stati Uniti, primo nome del lavoro.

I ricercatori hanno testato l’ipotesi che non vi sia alcuna differenza nelle traiettorie POP nei pazienti sottoposti a chirurgia valvolare tramite sternotomia della linea mediana rispetto alla mini-toracotomia. Per questo hanno studiato retrospettivamente, in un grande centro medico accademico, pazienti adulti che avessero subito interventi chirurgici alla valvola mitrale o aortica in un periodo di cinque anni. Gli esperti hanno confrontato le caratteristiche del dolore tra i pazienti sottoposti a chirurgia valvolare con sternotomia mediana e con mini-toracotomia. Per identificare le traiettorie del punteggio del dolore, gli autori hanno utilizzato modelli misti lineari di classe latente e quindi hanno utilizzato modelli di regressione multinomiale per studiare l’associazione tra tipo di incisione e classe della traiettoria del dolore.

La coorte era composta da 1.660 pazienti chirurgici, di cui 544 (33%) avevano ricevuto una sternotomia mediana e 1.116 (66%) una mini-toracotomia. I ricercatori hanno identificato quattro classi di traiettoria del dolore: stazionario, in rapido miglioramento, in lento miglioramento e acuto in peggioramento. Ebbene, le probabilità di appartenere alla classe stazionaria o alla classe con peggioramento acuto, rispetto a quella in rapido miglioramento, erano significativamente più alte per i pazienti con sternotomia rispetto a quelli gestiti con la mini-toracotomia.

Fonte: J Cardiothorac Vasc Anesth. 2022 May 10;S1053-0770(22)00332-9. doi: 10.1053/j.jvca.2022.05.007.

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/35641410/

IT-NON-07189-W-06/2024