Mortalità in eccesso. Nella Ue a gennaio si ferma a + 8,2%, A dicembre era a + 23%

Dopo la quarta ondata di mortalità in eccesso nell’autunno del 2021, quando la mortalità in eccesso nell’UE ha raggiunto un nuovo picco di +26% a novembre e +23% a dicembre, il 2022 è iniziato con un netto calo. Nel gennaio 2022, il tasso di mortalità in eccesso nell’UE è sceso all’8% e in Italia al 9,2%.


 Nel nostro Paese il calo è stato però meno vistoso, già a dicembre infatti, a fronte della media UE del 23% di eccesso di mortalità, ci eravamo fermati al + 10,6. Mentre il record di eccesso di mortalità l’avevamo segnato a novembre 2020 con un + 51,6%.


 I dati li fornisce Eurostat che rileva come, rispetto a dicembre 2021, l’eccesso di mortalità sia diminuito in tutti gli Stati membri con dati disponibili, sebbene la situazione abbia continuato a variare: Cipro (+26%), Grecia (+25%), Bulgaria (+24%) e Polonia (+23%) continuano a mostrare tassi superiori al 20%, mentre Portogallo (-5%), Irlanda (-4%), Belgio e Paesi Bassi (entrambi -1%) hanno registrato una mortalità al di sotto del valore di base.


 L’UE ha registrato picchi precedenti di decessi eccessivi ad aprile 2020 (+25%), novembre 2020 (+40%) e aprile 2021 (21%).

IT-NON-06659-W-03/2024