Mucosa orale e microbiota: una relazione che comincia dalla nascita

Gli strati epiteliali che rivestono le superfici delle mucose interne dei mammiferi, insieme alla pelle, costituiscono una barriera fisica contro il microbiota locale. E in ogni tessuto, l’epitelio è capace di svolgere le proprie funzioni fisiologiche mantenendo al tempo stesso le interazioni omeostatiche con il microbiota. Questo equilibrio è stabilito e modellato dalle interazioni ospite-microbiota già nei primi mesi di vita.


Per verificare ciò, è stato svolto uno studio su un campione murino – neonato e adulto – partendo dal presupposto che gli eventi neonatali che si verificano a livello intestinale risultano essere altamente implicati nella salute dell’adulto. L’ipotesi è stata quindi quella di pensare che l’instaurazione dell’omeostasi della mucosa orale potesse portare a risvolti sistemici non sono negli organismi adulti, ma per tutta la durata della vita.


Tra i diversi meccanismi individuati e studiati ne sono stati evidenziati due: il primo descrive la regolazione dell’immunità mucosale orale nella vita adulta, determinata dall’espressione microbiota-dipendente di GAS6 (growth arrest-specific 6) durante lo sviluppo dell’epitelio; il secondo invece, mostra come la maturazione funzionale e immunologica delle ghiandole salivari murine durante e post-svezzamento, sia in grado di modellare profondamente il microbiota orale.


Anche se basata su prove indirette, l’ipotesi che le relazioni postnatali tra mucosa orale e microbiota possano avere conseguenze sulla salute per la vita adulta sembra promettente. Una teoria che merita di essere approfondita nell’ottica di individuare ulteriori eventuali legami per favorire lo sviluppo di interventi nei primi mesi di vita e poter migliorare la salute orale e sistemica.


Fonte: Cell Press

IT-NON-04989-W-06/2023