NAFLD e il rischio del diabete di tipo 2: migliora la previsione

Gli effetti del sesso e dello stato menopausale sull’associazione tra NAFLD e diabete di tipo 2 incidente (T2D) rimangono attualmente poco chiari; quindi, un gruppo di esperti ha studiato la modifica dell’effetto da parte del sesso e della menopausa nell’associazione tra NAFLD e T2D; inoltre, è stata valutata la capacità predittiva aggiuntiva di NAFLD per il rischio di T2D.

Lo studio ha incluso una coorte di 245.054 adulti senza diabete e i modelli di rischio proporzionale di Cox sono stati utilizzati per stimare gli hazard ratio per il T2D incidente in base allo stato NAFLD. Il ruolo predittivo incrementale della NAFLD per il T2D incidente è stato poi valutato utilizzando l’area sotto la curva caratteristica operativa del ricevitore, il miglioramento della riclassificazione netta e il miglioramento della discriminazione integrata.

I dati raccolti hanno evidenziato come 8.381 partecipanti abbiano sviluppato T2D durante un follow-up mediano di 5,3 anni e la NAFLD sia stata positivamente associata al T2D incidente in tutti i gruppi. Dopo l’aggiustamento per potenziali fattori confondenti, gli HR aggiustati per più variabili sono risultati essere di 4,63 nelle donne in premenopausa, 2,65 nelle donne in postmenopausa e di 2,16 negli uomini. L’aggiunta della NAFLD ai fattori di rischio convenzionali ha certamente migliorato la previsione del rischio di T2D incidente in entrambi i sessi, con un miglioramento maggiore nelle donne rispetto agli uomini.

La NAFLD, inclusa la NAFLD più grave, è quindi un fattore di rischio più forte per il T2D incidente nelle donne in premenopausa rispetto alle donne in post-menopausa o agli uomini; mostrando come la protezione contro il T2D venga persa nelle donne in pre-menopausa con NAFLD.

Hepatology – https://doi.org/10.1002/hep.32560

https://aasldpubs.onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1002/hep.32560

IT-NON-07016-W-06/2024