Nefrolitotomia percutanea: una tecnica di puntura più semplice e sicura

Una nuova tecnica di puntura ha fornito un approccio più semplice e sicuro alla nefrolitotomia percutanea (PCNL), con una minore esposizione alla fluoroscopia.

Esistono molteplici tecniche di puntura per la PCNL, e la loro limitazione consiste nella scarsa precisione nel calcolo dell’esatta profondità caliceale e del punto esatto in cui penetrare la cute.

La nuova tecnica, sviluppata e sperimentata su 130 pazienti da Braulio Manzo Perez dello Hospital regional de Alta Especialidad del Baijo di Leon, consiste nella selezione del calice da penetrate mediante fluoroscopia pulsata seguita da una manovra effettuata sotto il tavolo chirurgico, identificando un punto di intersezione dove effettuare la puntura.

La procedura, denominata puntura fluoroscopica 0-90 gradi, dimostra un profilo simile a quelli precedentemente riportati con altre tecniche in termini di eliminazione dei calcoli e di profilo di sicurezza, ma con un tempo di screening fluoroscopico inferiore.

Sono ora necessari ulteriori studi per valutare la riproducibilità, la convalida e la curva di apprendimento della nuova tecnica semplificata.Alcuni esperti si sono comunque detti scettici sulla sua applicazione, preferendo dare affidamento alle tecniche di guida che prevedono una combinazione di ecografia e fluoroscopia. 

Fonte: Urology online 2020