Nei bambini con sindrome da cisti renali e diabete l’ipertensione è un problema abbastanza frequente

Il 22% dei bambini con sindrome da cisti renali e diabete (RCAD) presentano ipertensione, secondo un nuovo studio pubblicato sull’European Journal of Pediatrics.


“Le malattie renali cistiche come il rene policistico autosomico recessivo o dominante (ARPKD e ADPKD) sono associate a un’elevata prevalenza di ipertensione arteriosa. Sono però rari gli studi sull’ipertensione in bambini con sindrome da cisti renali e diabete causata da anomalie nel gene HNF1B. Per questo motivo abbiamo cercato di indagare la prevalenza dell’ipertensione nei bambini con questa sindrome a causa di anomalie del gene HNF1B e possibili fattori di rischio per lo sviluppo dell’ipertensione” afferma Tomáš Seeman, della Charles University di Praga e della LMU di Monaco di Baviera, autore principale del lavoro.


I ricercatori hanno analizzato i dati di 32 bambini con sindrome RCAD geneticamente provata provenienti da tre centri terziari di nefrologia pediatrica. Hanno in particolare rilevato pressione arteriosa ambulatoriale, monitoraggio ambulatoriale della pressione arteriosa, clearance della creatinina, ecografia renale, ecocardiografia, albuminuria/proteinuria. L’ipertensione è stata definita come PA ≥ 95° percentile delle attuali linee guida ESH 2016 e/o definita dall’uso di farmaci antipertensivi (tre bambini hanno ricevuto ACE-inibitori per l’ipertensione e/o la proteinuria). Una pressione alta è stata diagnosticata utilizzando la misurazione della pressione arteriosa ambulatoriale nel 22% dei bambini (n = 7); nei sette monitoraggi ambulatoriali eseguiti di conseguenza, un bambino (14%) ha ricevuto diagnosi di ipertensione e un bambino di ipertensione da camice bianco.


La clearance della creatinina, la proteinuria, l’albuminuria, l’indice di massa corporea, l’ingrossamento o l’ipodisplasia dei reni e la prevalenza della delezione o della mutazione del gene HNF1B non sono stati significativamente differenti tra bambini ipertesi e normotesi.


Fonte: European Journal of Pediatrics

IT-NON-05010-W-07/2023