Obesità ed insufficienza renale: chirurgia bariatrica riduce mortalità

I soggetti affetti da obesità e nefropatie terminali sottoposti a chirurgia bariatrica vanno incontro ad una riduzione dei tassi di mortalità complessiva rispetto alle loro controparti non operate, come emerge da uno studio condotto su 1.597 soggetti da Kyle Sheetz dell’università del Michigan, secondo cui i dati suggeriscono l’opportunità di effettuare un maggior numero di questi interventi nei pazienti con nefropatie terminali.

E’ dunque opportuno lavorare insieme a chirurghi, nefrologi e medici di base per incoraggiare un maggiore impiego della chirurgia bariatrica nella gestione del numero crescente di pazienti in dialisi con obesità.

La chirurgia bariatrica potrebbe anche rappresentare una strategia per incrementare l’accesso ai trapianti di rene, per cui l’obesità potrebbe non soltanto limitare l’accesso, ma anche portare ad esiti peggiori del trapianto.

Nei pazienti operati la minore mortalità da cause cardiovascolari a 5 anni ha contribuito alla riduzione della mortalità complessiva. L’impatto della chirurgia bariatrica su peso, diabete, lipidi e pressione riduce infatti il rischio cardiovascolare complessivo.

Secondo i ricercatori le preoccupazioni per le complicazioni chirurgiche a breve termine per questa popolazione di pazienti vista come ad alto rischio non dovrebbero fungere da deterrente per l’offerta di un trattamento potenzialmente salvavita e in grado di migliorare molti parametri.

Nello studio comunque i soggetti non sottoposti a chirurgia bariatrica potrebbero essere stati molto diversi dagli altri. Essi potrebbero presentare maggiore disabilità, un accesso inadeguato alla chirurgia bariatrica oppure un comportamento del tutto diverso, o ancora potrebbero presentare altri fattori di rischio non catturati nell’analisi che potrebbero averli resi candidati chirurgici non idonei e a maggior rischio di mortalità.

Anche tenendo conto di ciò, comunque, i risultati suggeriscono che il medico dovrebbe considerare la chirurgia bariatrica per i pazienti obesi in dialisi, a dispetto della percezione di un maggior rischio di complicazioni chirurgiche derivante dai diversi problemi medici di questi pazienti. 

Fonte: JAMA Surg online 2020