Pazienti renali terminali in emodialisi e qualità della vita

Attraverso uno studio trasversale, si sono voluti analizzare i livelli di qualità di vita correlata alla salute (HRQoL) nei pazienti con malattia renale allo stadio terminale (ESKD) in emodialisi ed esplorare quali variabili demografiche, mediche e psicologiche siano associate alla HRQoL contribuendone alla sua previsione.

La ricerca, che ha incluso 302 pazienti con malattia renale cronica avanzata (ACKD) in emodialisi, ha visto la valutazione di: HRQoL, ansia e depressione (Goldberg Anxiety and Depression Scale), dati sociodemografici e dati medici. Sono state quindi condotte analisi correlazionali, confronto delle medie e analisi di percorso con variabili latenti (PALV).

L’analisi PALV ha mostrato che il 42% della varianza nella HRQoL poteva certamente essere spiegato dalle variabili considerate; la depressione è stata il più forte predittore di HRQoL, seguita dall’attività fisica. L’età e le comorbidità, invece, sono state debolmente associate alla HRQoL fisica, mentre la pratica di un’attività fisica regolare è risultata ampiamente correlata alla HRQoL fisica e mentale.

Un’alta percentuale della varianza della HRQoL è spiegata dai livelli di depressione e attività fisica. Gli interventi per promuovere la HRQoL nei pazienti con ESKD dovrebbero concentrarsi sulla promozione dell’attività fisica e sulla cura della salute mentale del paziente.

Fonte: Nefrologia – https://doi.org/10.1016/j.nefro.2021.03.010

https://www.sciencedirect.com/science/article/pii/S0211699521001363?via%3Dihub

IT-NON-07156-W-06/2024