Peri-implantiti: caratteristiche e distribuzione dei difetti ossei

Le conoscenze riguardanti le caratteristiche dei difetti ossei associati alle peri-implantiti sono ancora limitate, come lo sono anche quelle sui loro fattori predittivi. E’ stato dunque condotto uno studio atto a descrivere le caratteristiche dei difetti ossei correlati alle peri-implantiti ed identificarne i possibili fattori predittivi.

Sono stati presi in considerazione 193 impianti, ed i difetti maggiormente prevalenti erano di classe Ic ed Id, ma è stata osservata anche una categoria precedentemente mai descritta che i ricercatori definiscono “classe Id con una sola parete ossea”.

La profondità intraossea media dei difetti variava fra 4,5 e 6,2 mm, e la larghezza variava da 2,7 a 2,9 mm. L’estensione media della deiscenza variava fra 2,8 e 7 mm.

Nel complesso il 37,8% dei difetti presentava perdita d’osso orizzontale ed una componente intraossea, e nel 52,7% degli impianti la portata complessiva del difetto era superiore a 6 mm.

La regione mascellare, la posizione dell’impianto all’interno della cresta alveolare e la mancata corrispondenza fra impianto e spalla di supporto hanno dimostrato significative associazioni con la configurazione del difetto e/o con la sua estensione.

La maggior parte dei più comuni difetti associati a peri-implantiti presenta dunque una combinazione fra componenti intraossee e deiscenze buccali/orali, mentre i difetti puramente circonferenziali sono più rari.

Gli impianti con difetti associati a deiscenza ossea vengono piazzati più spesso vicino all’aspetto laterale della cresta che ospita la deiscenza. Gli impianti posizionati nella regione inferiore anteriore presentano il massimo rischio di grave perdita d’osso peri-impianto, ed i difetti peri-impianto con soltanto una singola parete ossea appropriata per procedure rigenerative risultano relativamente frequenti.

Fonte: Clin Implant Dent Relat Res online 2020

IT-NON-03358-W-11/2022