Polipectomia e clipping endoscopico profilattico

Il clipping profilattico endoscopico non previene le emorragie tardive post-polipectomia (DPPB) e non dovrebbe essere impiegata di routine nella maggior parte dei pazienti, come emerge dalla revisione dei dati relativi a più di 8.300 colonscopie che comprendevano una polipectomia, condotta da Steven Heitmnan dell’università di Calgary.

Le emorragie rappresentano la più comune complicazione susseguente alla polipectomia endoscopica. Le emorragie post-polipectomia immediate sono di solito trascurabili, ma le DPPB possono risultare clinicamente significative, portando a nuovi ricoveri, cambiamenti nella gestione medica o anche nuovi interventi.

Il clipping endoscopico rappresenta un trattamento ben consolidato per le emorragie post-polipectomia immediate, ma la sua efficacia nella prevenzione delle DPPB è stata sinora oggetto di controversie.

In base ai risultati del presente studio, gli endoscopisti non dovrebbero impiegare di routine il clipping profilattico nella maggior parte dei pazienti. Sono necessari ulteriori studi sull’efficacia e sul rapporto costo/beneficio di questa strategia nei pazienti con lesioni prossimali di dimensioni non inferiori a 20 mm, nei quali essa potrebbe svolgere un ruolo. 

Fonte: Am J Gastroenterol 2020