Problemi di salute mentale associati a tassi di Covid-19 più elevati

Molti studi hanno valutato gli effetti della pandemia sulla salute mentale della popolazione in generale e su categorie particolari. Sono state anche condotte diverse ricerche su un’associazione bidirezionale tra disturbi mentali e infezione da Covid-19. Ne è emerso che le persone con malattie mentali possono essere a maggior rischio di contrarre l’infezione, di soffrire di forme gravi di Covid-19 e di morire.


Ora, un nuovo studio pubblicato dalla rivista American Journal of Preventive Medicine, suggerisce che nelle contee americane in cui la popolazione è maggiormente vulnerabile, con peggiori condizioni di salute mentale, i tassi di infezione da Covid-19 sono più elevati. Secondo i ricercatori la pandemia non ha causato “nuovi problemi”, ma ha rivelato lacune pre-esistenti nell’ambito della salute mentale che erano state ignorate o affrontate in modo insufficiente.


Gli autori hanno usato i dati del Behavioral Risk Factor Surveillance System (BRFSS), provenienti da 2.839 contee statunitensi. Le condizioni di salute mentale sono state valutate contando il numero medio di giorni in cui i soggetti adulti segnalavano di soffrire di disagi come sintomi depressivi, stress e problemi con le emozioni. I tassi di infezione da Covid-19 sono stati calcolati in base ai casi confermati tra il 22 gennaio e il 7 ottobre 2020 per 100.000 persone nella popolazione generale.


I ricercatori hanno determinato che tra il 2010 e il 2019, un totale di 2.172 contee (il 77%) ha registrato aumenti significativi nel numero medio di giorni di scarsa salute mentale. Nelle regioni che nel 2019 hanno riportato una peggiore salute mentale è stata osservata un’incidenza di Covid-19 più elevata nel 2020.


Sulla base dei risultati dello studio, commenta Yusuf Ransome, DrPH, Department of Social and Behavioral Sciences, Yale School of Public Health , “chiediamo politiche che rafforzino i sistemi di sorveglianza per valutare una serie di esiti di salute mentale nella popolazione, affrontare le disuguaglianze sociali che danno origine a peggiori condizioni di salute mentale e finanziamenti per creare, sostenere e distribuire equamente le risorse per la salute mentale, compresa l’assistenza sanitaria centri nelle comunità statunitensi”.


Fonte: American Journal of Preventive Medicine

IT-NON-05854-W-11/2023