Programmi di promozione nelle scuole: ostacoli e fattori abilitanti

La carie dentale, soprattutto se non trattata, ha un impatto negativo sulla qualità della vita di un bambino, inclusi salute e benessere generali, crescita e sviluppo, capacità di interazione sociale e frequenza scolastica. Attualmente i programmi che sostengono l’utilizzo dello spazzolino da denti a scuola sono stati riconosciuti come un intervento efficace per ridurre il carico della carie dentale; tuttavia, sono disponibili informazioni limitate per comprendere i fattori abilitanti e le sfide del mondo reale nell’attuazione e nella sostenibilità di programmi simili.

È stata quindi svolta una revisione che mira a comprendere gli ostacoli e gli elementi abilitanti nell’attuazione e nella sostenibilità dei programmi nelle strutture della prima infanzia e nelle scuole primarie. Dapprima si sono presi a riferimento cinque database elettronici (CINAHL-EBSCO, Medline-EBSCO, EMBASE-Ovid, Web of Science e PsycINFO) e la ricerca di citazioni. Sono stati inclusi nella revisione studi riguardo gli ostacoli e i fattori abilitanti nell’attuazione e nella sostenibilità dei programmi di spazzolino da denti nelle strutture della prima infanzia o nelle scuole primarie. La qualità metodologica degli studi inclusi è stata valutata utilizzando i criteri Joanna Briggs Institute [JBI], gli strumenti di valutazione critica dei metodi misti [MMAT] e i risultati sono stati riportati in conformità con le linee guida PRISMA.

La ricerca ha evidenziato un totale di 6 studi che sono stati capaci di soddisfare i criteri di ammissibilità e sono stati inclusi nella revisione. I programmi di spazzolino da denti nelle strutture della prima infanzia e nelle scuole primarie sono stati per lo più attuati sotto la supervisione del personale e degli insegnanti; un atteggiamento positivo del personale, la flessibilità delle sessioni di spazzolino da denti, il coinvolgimento dei volontari della comunità e dei genitori sono stati alcuni dei fattori abilitanti identificati. Tuttavia, i tempi della comunicazione del programma, il trasferimento inadeguato di informazioni tra il personale, il frequente ricambio dello staff, la mancanza di supporto genitoriale e il senso di sovraccarico del personale mentre agivano come pseudo genitori sono stati spesso segnalati come ostacoli.

In conclusione, i risultati di questa revisione sistematica identificano fattori e barriere chiave per i programmi di salute orale nelle strutture della prima infanzia e nelle scuole primarie che devono essere presi in considerazione per lo sviluppo di iniziative di promozione della salute.

BMC Salute orale – https://doi.org/10.1186/s12903-022-02270-7

https://bmcoralhealth.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12903-022-02270-7

IT-NON-07312-W-06/2024