Psoriasi, prendere di mira una proteina per controllare l’infiammazione

I risultati di un recente studio hanno rivelato che prendere di mira una proteina che si trova nella pelle può ridurre la gravità della psoriasi. Gli interferoni giocano infatti un ruolo importante nell’attivare la risposta del corpo alle minacce virali, ma sono stati anche rilevati nelle lesioni di molti pazienti con psoriasi a livelli anormali.


Ora alcuni ricercatori hanno scoperto che cambiare i livelli di interferone kappa, una proteina prodotta dalle cellule della pelle, altera la gravità dell’infiammazione e la produzione di molecole di segnalazione cellulare, chiamate citochine, che inducono l’infiammazione caratteristica della psoriasi. I ricercatori hanno trovato una maggiore quantità di infiammazione simile alla psoriasi quando era presente più interferone kappa, mentre la diminuzione dei livelli della proteina ha ridotto la malattia.


I risultati suggeriscono che l’uso di terapie per modulare gli stati di interferone potrebbero limitare l’infiammazione nei pazienti con psoriasi.


Già prima di questo lavoro gli esperti sapevano che l’infiammazione psoriasica è marcata dall’espressione genica legata all’interferone, ma non era chiaro come gli interferoni alterassero la gravità della malattia. Capire come l’interferone kappa può modulare la psoriasi permette di ottimizzazione i trattamenti.


Fonte: Journal of Investigative Dermatology

IT-NON-05251-W-09/2023