PTSD: la meditazione come terapia

Diverse ricerche hanno mostrato come la Meditazione Trascendentale possa aiutare a contrastare il disturbo da stress post traumatico (PTSD). Uno studio pubblicato dal Journal of Traumatic Stress e condotto dai ricercatori del Center for Social‐Emotional Health, Maharishi International University Research Institute, in Iowa, conferma queste osservazioni.


“La Meditazione Trascendentale è una tecnica non incentrata sul trauma (per questo può essere tollerata meglio dai pazienti con PTSD) e di facile apprendimento che, sulla base dei risultati della nostra ricerca, sembra migliorare i sintomi del disturbo da stress post-traumatico, probabilmente attraverso il riposo fisico”, spiega Mayer Bellehsen, prima autrice dello studio.
Sono stati reclutati per la ricerca 40 veterani affetti da PTSD. Alcuni hanno ricevuto un trattamento “classico” (gruppo di controllo), altri hanno partecipato a 16 sessioni di un’ora l’una, distribuite in 12 settimane, di Meditazione Trascendentale.


Dopo tre mesi, il 50% dei veterani del gruppo meditazione non soddisfaceva più i criteri per il disturbo da stress post-traumatico, contro il 10% nel gruppo di controllo. Con la meditazione sono state osservate anche riduzioni significative di depressione, ansia e difficoltà del sonno.
“Questo studio corrobora i risultati di un ampio studio clinico pubblicato su The Lancet Psychiatry“, osserva Sanford Nidich, che ha diretto lo studio. “Sono dati che supportano l’efficacia della Meditazione Trascendentale come trattamento di prima linea per il disturbo da stress post-traumatico nei veterani”.


Fonti: JOURNAL OF TRAUMATIC STRESS, The Lancet Psychiatry