Quarta dose. Aifa frena: “Necessari ulteriori approfondimenti”

 La Commissione Tecnico Scientifica (CTS) di AIFA ha iniziato il 24 marzo 2022 la valutazione dell’opportunità di una seconda dose booster dei vaccini contro il COVID-19 per particolari categorie di soggetti.

 
“Considerato il complesso dei dati disponibili – si legge in una nota diffusa oggi da Aifa – la CTS ha deciso che sono necessari ulteriori approfondimenti, integrando le evidenze scientifiche internazionali con i dati di studi in corso in Italia”.


 La CTS ha ribadito che è “essenziale il completamento del ciclo vaccinale seguito dalla dose booster già autorizzata”.


 Il 22 marzo scorso il ministro Speranza aveva annunciato che il tema della quarta dose era all’ordine del giorno: “Valuteremo nei prossimi giorni, con la comunità scientifica, se estendere la quarta dose di vaccino anti Covid anche alle fasce generazionali più avanzate. Già in questo momento la quarta dose può essere fatta da tutti gli immunocompromessi, ed è importante che lo facciano”, aveva detto il ministro intervenendo in un convegno a Roma.

IT-NON-06695-W-03/2024