Reflusso refrattario: caratteristiche cliniche e funzionalità esofagea

E’ stato condotto uno studio con lo scopo di analizzare caratteristiche cliniche e patogenesi del reflusso gastroesofageo refrattario (RGERD).
Sono stati presi in considerazione 119 pazienti, fra cui 61 con RGERD, e 58 con reflusso non refrattario (NRGERD): il BMI ed i tassi di sintomi da reflusso tipici, fra cui il rigurgito acido, erano maggiori nei pazienti con NRGERD che in quelli con RGERD.

Per quanto i sintomi atipici da reflusso come il disagio post-sternale o il dolore toracico fossero più comuni nei pazienti con RGERD, questi ultimi presentavano meno eventi di reflusso acido ed un minor tasso di reflusso a livello del segmento prossimale inferiore rispetto a quelli con NRGERD.
Non sono state riscontrate differenze evidenti nei parametri manometrici fra i due gruppi. 

Secondo le scale SCL-90, i livelli di somatizzazione, depressione ed ostilità nei pazienti con RGERD erano significativamente superiori a quelli dei pazienti con NRGERD, ed il punteggio relativo alla depressione era un fattore di rischio indipendente di RGERD.

I pazienti con RGERD dunque presentano più sintomi atipici ed un reflusso patologico non acido, e la depressione è un fattore di rischio indipendente di RGERD.7

Fonte: Zhonghua Nei Ke Za Zhi 2020

IT-NON-03244-W-11/2022