Relazione tra microbiota intestinale e malattie renali

La relazione tra scompensi del microbiota gastrointestinale e malattie renali sta emergendo in modo sempre più marcato ed evidente. Un gruppo di esperti ha svolto un’indagine per descrivere i punti chiave e fare il punto sulla situazione attuale delle ricerche condotte negli ultimi trent’anni sul rapporto microbioma intestinale e patologie renali.

Per condurre lo studio, gli esperti hanno esaminato un totale di 2145 pubblicazioni contenute nel database Web of Science Core Collection trovando 93.880 riferimenti in 102 riviste. Gli articoli inclusi nell’analisi sono stati pubblicati dal mese di gennaio 1990 fino al mese di agosto del 2021.

Gli Autori concludono che è facilmente osservabile come il numero di lavori scientifici dedicati alle relazioni tra squilibri del microbioma intestinale e comparsa di malattie renali sia aumentato in modo considerevole nell’ultimo ventennio.

Gli Stati uniti sono in vetta alla classifica delle Nazioni che hanno prodotto più pubblicazioni in merito, in particolare a cura della Cleveland Clinic.

Gli argomenti maggiormente trattati negli articoli riguardano le malattie cardiovascolari, la L-carnitina e l’insufficienza renale cronica mentre i meccanismi patogenetici tossici dell’’uremia rappresentano un tema particolarmente rilevante nei documenti valutati dagli esperti.

Dall’analisi del materiale a disposizione, emerge anche una maggiore comprensione del rapporto esistente tra le malattie dei reni e il microbioma intestinale così come appare evidente e oggetto di ricerche specifiche l’impiego di integratori per implementare la qualità di vita di chi soffre di patologie renali.

Con questo lavoro, Gli autori si augurano di offrire un documento utile a medici e ricercatori che potranno ottenere informazioni e indicazioni specifiche riguardanti possibili collaboratori e istituzioni per poter progredire nella loro ricerca.

 Fonte: Front Cell Infect Microbiol. 2022

https://www.frontiersin.org/articles/10.3389/fcimb.2022.946138/full

IT-NON-07697-W-09/2024