Richiesta epidurale: dipende da fattori precedenti alla gravidanza

Secondo uno studio pubblicato su Scientific Reports, alcuni fattori preesistenti alla gravidanza possono influenzare la scelta delle donne di richiedere o meno l’analgesia epidurale per il parto.

“L’analgesia epidurale fornisce un efficace sollievo dal dolore durante il travaglio. Tuttavia, ci sono informazioni limitate sui fattori associati alle preferenze delle donne in gravidanza per l’analgesia epidurale del travaglio prima dell’inizio del travaglio” spiega Chin Wen Tan, del KK Women’s and Children’s Hospital, e della Duke-NUS Medical School, Singapore, primo nome dello studio.

I ricercatori hanno eseguito un’analisi secondaria di uno studio clinico per identificare le caratteristiche demografiche, il dolore e i fattori di vulnerabilità psicologica associati alle preferenze per l’analgesia epidurale. Per questo hanno reclutato donne in gravidanza ad almeno 36 settimane di gestazione prima del travaglio e del parto e hanno ricevuto questionari sulle loro preferenze rispetto all’analgesia, alle vulnerabilità psicologiche e al dolore. L’esito primario era l’associazione tra l’Edinburgh Postnatal Depression Scale (EPDS) pre-parto con cut-off ≥ 10 e la preferenza espressa per l’analgesia.

Delle 250 donne che hanno partecipato allo studio, il 51,6% (n = 129) ha indicato che avrebbe voluto l’analgesia epidurale. Le donne che hanno indicato di volerla utilizzare, inoltre, hanno indicato un’opinione favorevole o neutrale sull’epidurale in generale. Anche il 68% (n = 82) delle donne che hanno detto di non volere l’epidurale o di non essere sicure di volerla, ha comunque espresso un parere favorevole o neutro per l’epidurale in generale. L’analisi statistica ha rilevato che EPDS ≥ 10, alcune occupazioni, alcune etnie, ansia, modalità della gravidanza in corso (non pianificata, pianificata) e rabbia/irritabilità premestruale prima della gravidanza in corso erano tutti fattori associati alla preferenza a favore dell’epidurale.

“I risultati possono aiutare a definire la popolazione che potrebbe richiedere ulteriore istruzione sulla considerazione dell’epidurale e consentire l’identificazione precoce delle diverse preferenze per fornire un’assistenza incentrata sul paziente prima del travaglio e del parto” concludono gli autori.

Sci Rep. 2022 Jun 29;12(1):10961. doi: 10.1038/s41598-022-15152-3.

https://www.nature.com/articles/s41598-022-15152-3

IT-NON-07344-W-07/2024