Sanità: nuova Tac ospedale Subiaco, D’Amato ‘prosegue rinnovo tecnologico’

Intitolazione elisuperficie a Luciano Romanzi, già presidente della Comunità Montana dell’Aniene

Inaugurata oggi, dall’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, dal direttore generale della Asl Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito, e dal presidente del Consiglio regionale del Lazio, Marco Vincenzi, la nuova Tac installata presso l’ospedale Angelucci di Subiaco. Nell’occasione è stata intitolata a Luciano Romanzi, già presidente della Comunità Montana dell’Aniene e scomparso a 62 anni nel giorno del suo compleanno per le complicazioni del Covid, l’elisuperficie dell’ospedale, alla presenza dei famigliari.


“Vogliamo celebrare l’uomo e l’amministratore – ha commentato il direttore generale della Asl Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito -. Altro non si poteva fare se non commemorare la sua persona, la sua attenzione e professionalità, e il suo amore per la comunità nella quale viveva”. La nuova Tac installata presso l’ospedale Angelucci di Subiaco è “una notizia importante per tutto il territorio. Prosegue il lavoro di ammodernamento tecnologico e delle alte tecnologie che stiamo portando avanti in tutta la Regione per migliorare la qualità del servizio offerto e per essere sempre più vicini ai bisogni dei cittadini”, ha sottolineato D’Amato.


“Oggi è una giornata importante che vogliamo dedicare al ricordo di Luciano, una persona davvero speciale, buono, umano, rispettoso, sempre vicino al suo territorio e ai bisogni delle persone e che ci lascia un ricordo indelebile. Ciao Luciano”, ha concluso l’Assessore D’Amato.


Con l’installazione di oggi a Subiaco si chiude un ciclo iniziato con le installazioni delle Tc di Palestrina e Tivoli affidate con fondi Por Fesr e proseguito con la Tc di Colleferro con i fondi derivati dal Dl 34 per la gestione e la lotta al Covid. “Anche per l’ospedale Angelucci di Subiaco arriva dunque l’installazione di un sistema di ultimissima generazione, dotato di software ed applicativi all’avanguardia che miglioreranno nettamente le performance di diagnosi. In arrivo anche le tecnologie del Pnrr, sempre in sostituzione di tecnologie obsolete, quali: angiografi, telecomandati, portatili, archi a C, ecotomografi di alto profilo”, conclude l’assessorato alla Sanità.

Fonte: Adnkronos Salute