Sanità: Rieti, inaugurata nuova centrale di sterilizzazione ospedale de’ Lellis

E’ stata inaugurata questa mattina alla presenza dell’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato e del Direttore generale della Asl di Rieti, Marinella D’Innocenzo, la nuova centrale di sterilizzazione dell’ospedale de’ Lellis di Rieti. La centrale, dotata di tecnologia di ultima generazione è in grado di soddisfare un fabbisogno di oltre 10mila prestazioni chirurgiche all’anno e di oltre 6mila prestazioni endoscopiche, utilizza sistemi e apparecchiature a basso impatto ambientale progettate per contenere i consumi energetici. “Oggi dotiamo il de’ Lellis di un servizio importante per la gestione dell’ospedale e punto cardine nella prevenzione delle infezioni correlate all’assistenza. Eleviamo la qualità dei servizi per avere la massima efficienza ottenuta con un basso impatto ambientale grazie all’utilizzo delle più moderne tecnologie”, ha commentato l’assessore D’Amato al termine della cerimonia.


La nuova centrale di sterilizzazione si estende su una superficie di circa 300 metri quadrati: grazie alla sua collocazione all’interno dei locali dell’ospedale, offre indubbi vantaggi in termini di qualità e tempo in cui i dispositivi medici da trattare vengono resi nuovamente sterili per le sale operatorie e i centri di utilizzo interni al principale presidio ospedaliero aziendale. La centrale di sterilizzazione è inoltre dotata di innovative tecnologie informatiche che consentono la tracciabilità di ogni kit di strumentario chirurgico, in tutte le fasi del processo di sterilizzazione, in grado di interfacciarsi con i software in uso presso la Asl di Rieti, nonché la messa a disposizione di un panel di indicatori per il monitoraggio tecnico ed economico del servizio.


“Si tratta di un progetto fermo dal 2014 che questa Direzione è riuscita a portare a compimento consentendone l’attivazione – spiega il Direttore Generale della Asl di Rieti Marinella D’Innocenzo. Per la Asl di Rieti si tratta di uno dei progetti più importanti mai realizzati e grazie agli elevati standard qualitativi, strutturali e tecnologici sarà una garanzia in termini di uniformità di procedure ed una potente arma contro le infezioni ospedaliere: infatti, la progettazione architettonica e funzionale si integra con l’efficienza gestionale e tecnologica, restituendo all’ospedale di Rieti e ai cittadini un servizio sanitario all’avanguardia”.

Fonte: Adnkronos Salute