Sanità: Speranza, ‘rilancio Ssn passa per territorio’

“Il rilancio del nostro Servizio sanitario nazionale passa dai territori, dal concetto di prossimità, da una fortissima cooperazione interistituzionale in cui c’è un ruolo fondamentale del Governo, delle Regioni e c’è un ruolo dei Comuni determinante. E sono sicuro che il nostro Paese saprà essere all’altezza della sfida che abbiamo davanti a noi”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, in videocollegamento con l’Assemblea dell’Anci, Associazione nazionale Comuni italiani.


Sulla possibilità di rimettere ‘in piedi’ la sanità dopo il Covid “sono ottimista”, ha detto Speranza. “C’è la consapevolezza nel Paese che il Servizio sanitario nazionale è la cosa più importante che abbiamo. E dobbiamo investire di più su un doppio binario, risorse e riforme”, ha aggiunto sottolineando “l’enorme passo avanti”, fatto in tema di finanziamenti in sanità. Nel sistema sanitario nazionale dobbiamo “valorizzare quello che funziona e aggiustare quello che può essere migliorato” e serve mettere al centro il territorio, puntando sulla prossimità”. Speranza punta, inoltre, a far diventare l’Italia “il primo Paese in Europa per assistenza domiciliare, passando dal 4% attuale al 10%”. Le Case di comunità, previste nel Pnrr, ha spiegato ancora il ministro, “sono qualcosa in più rispetto alle case della Salute perché hanno in più la competenza sociale”, materia in cui i Comuni sono più coinvolti, “nella vita delle persone sociale e sanitario sono molto integrati, ma a livello delle istituzioni spesso non lo sono”.

Fonte: Adnkronos Salute

IT-NON-05877-W-11/2023