Sanità: Speranza, ‘teniamola fuori da polemiche, Patto Paese per rilancio Ssn’

‘Prossimità e digitale chiave per riforma servizio sanitario’


“Abbiamo bisogno di un grande Patto Paese che tenga dentro tutti: i mondi della sanità, l’impresa, le rappresentanze sindacali, le forze organizzate e la scienza. Un Patto Paese in cui si dice che la prima mattonella è il rilancio del sistema sanitario nazionale. E a questo dobbiamo lavorare”. Lo ha sottolineato il ministro della Salute Roberto Speranza intervenendo al convegno ‘Riapri Italia. La sfida è oggi’, organizzato da Fratelli d’Italia. E’ un’operazione questa, ha aggiunto, “che va fatta come Paese. E insisterò sempre nel dire: no polemiche sulla sanità, proviamo a tenerla fuori”. 


Oggi, ha evidenziato Speranza, “dobbiamo programmare il domani. Che servizio sanitario nazionale vogliamo costruire? Il Recovery Fund ci offre un’opportunità in termini di risorse. I miei predecessori hanno dovuto gestire stagioni restrittive sul piano delle risorse. Oggi tutti diciamo che il Ssn è la cosa più importante che abbiamo e abbiamo questa opportunità. Dobbiamo capire come spendere queste risorse”.


A questo proposito, Speranza offre la sua visione: “Penso che la parola chiave debba essere prossimità. Costruire un Ssn vicino alle persone significa per esempio assistenza domiciliare, che vogliamo portare al 10%, vorrei fare in modo che l’Italia sia il primo Paese europeo per l’assistenza domiciliare agli over 65. Bisogna tornare sul territorio”. Perché finora “abbiamo razionalizzato la rete ospedaliera senza rafforzare la rete territoriale. La grande operazione oggi è questa e la prossimità non è solo il medico e l’infermiere che viene a casa, ma anche la sanità digitale, un Ssn che parla con il cittadino attraverso le nuove tecnologie. Sono queste due chiavi per leggere la prossimità”.


Fonte: Adnkronos Salute