Scoperto come H.Pylori favorisce lo sviluppo del cancro gastrico

Nel 1982 è stato scoperto un legame tra gastrite cronica e il batterio dello stomaco Helicobacter pylori. Questo ha portato a una serie di ricerche sul patogeno, che hanno anche mostrato come H. pylori svolgesse un ruolo significativo nello sviluppo di ulcere peptiche e cancro gastrico. Il legame tra il batterio e la gastrite è stato man mano chiarito, restava però l’incognita su come il microorganismo potesse favorire lo sviluppo del tumore.


Quasi quattro decenni dopo, i ricercatori dell’Università di Kanazawa e dell’Agenzia giapponese per la ricerca e lo sviluppo medico hanno dimostrato come l’infiammazione causata dall’infezione da H. pylori provochi la proliferazione delle cellule staminali epiteliali gastriche, portando a tumori gastrici. In un rapporto pubblicato di recente sulla rivista di Nature, Oncogene, i ricercatori descrivono come le scoperte precedenti li abbiano aiutati a risolvere il mistero.


“In studi passati abbiamo dimostrato che il fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-α) promuove la formazione di tumori gastrici attivando la proteina NOXO1”, spiega l’autore principale dello studio, Kanae Echizen. “Quello che non sapevamo era esattamente come NOXO1 inducesse la formazione di tumori nello stomaco”. NOXO1 è un componente del complesso NOX1, che produce specie reattive dell’ossigeno (ROS). Lo stress ossidativo causato da queste molecole, può provocare mutazioni nel DNA delle cellule dello stomaco, portando alla formazione di tumori. Anche l’infiammazione causata dall’infezione da H. pylori stimola la produzione di ROS, portando ad un aumento dello stress ossidativo nello stomaco.


In quest’ultimo studio il team di ricerca ha dimostrato che l’infiammazione causa una produzione eccessiva di proteine ​​del complesso NOX1 in risposta ai segnali di NF-κB, una proteina regolatrice che attiva i geni per combattere lo stress o l’infezione batterica, e che è un attore importante nella risposta infiammatoria. La segnalazione di NOX1 / ROS causa la moltiplicazione incontrollata delle cellule staminali epiteliali gastriche, con conseguente formazione di tumori. I ricercatori hanno quindi utilizzato un farmaco per sopprimere l’attività del complesso NOX1, che ha immediatamente arrestato la crescita delle cellule di cancro gastrico. Ancora più importante, l’interruzione di Noxo1 in un modello di gastrite murina ha fermato la proliferazione delle cellule staminali epiteliali.


“Siamo finalmente stati in grado di dimostrare che l’infiammazione aumenta l’espressione di NOXO1, che induce la proliferazione delle cellule staminali epiteliali gastriche, portando a tumori gastrici”, riassume Masanobu Oshima, autore senior dello studio. “Se riusciamo a interrompere il percorso di segnalazione di NOX1 / ROS in situ, potremmo essere in grado di prevenire lo sviluppo di questa malattia aggressiva”.


Fonte: Oncogene

IT-NON-04577-W-05/2023