Se il neonato è attaccato al seno percepisce meno dolore alla puntura del tallone

Permettere al neonato di succhiare il latte dal seno della madre durante il prelievo del sangue dal tallone per gli screening può migliorare la percentuale di successo del prelievo di sangue, e avere molti altri risvolti positivi sul bambino, secondo uno studio pubblicato su Annals of Palliative Medicine.


“Il prelievo di sangue dal tallone dei neonati gioca un ruolo importante nella diagnosi di ipotiroidismo neonatale, fenilchetonuria e altre malattie metaboliche ereditarie. La suzione del latte materno (EBMS) può aumentare il senso di sicurezza del neonato e può alleviare il dolore. Abbiamo voluto esplorare l’effetto dell’EBMS sull’alleviare il dolore del prelievo di sangue del tallone neonatale” spiega Hui Wu, dello Haian People’s Hospital, di Nantong, in Cina, che ha diretto il gruppo di lavoro.

Un totale di 96 neonati sottoposti a screening tramite prelievo di sangue del tallone sono stati selezionati da giugno 2019 a giugno 2020 e sono stati randomizzati in due gruppi. Al gruppo di controllo è stato somministrato un intervento di routine e al gruppo di osservazione è stato somministrato un intervento EBMS.


Sono stati quindi misurati il tasso di successo al primo tentativo e il tempo di prelievo, la congestione del tallone dopo il prelievo, il tempo di pianto e il tempo di sanguinamento dei neonati, la saturazione di ossigeno nel sangue e l’indice di frequenza cardiaca e il dolore.


L’analisi dei dati ha mostrato che la percentuale di successo del prelievo di sangue nel gruppo di osservazione era superiore a quella del gruppo di controllo e che il tempo di raccolta del sangue era inferiore a quello del gruppo di controllo. La congestione del tallone nel gruppo di osservazione era migliore di quella nel gruppo di controllo, e il tempo di pianto e il tempo di sanguinamento dei neonati nel gruppo di osservazione sono stati significativamente più brevi di quelli nel gruppo di controllo, mentre la saturazione di ossigeno nel sangue del gruppo di osservazione era più alta e la frequenza cardiaca era inferiore rispetto al gruppo di controllo. Anche il punteggio totale della scala del dolore neonatale infantile (NIPS) del gruppo di osservazione era inferiore a quello del gruppo di controllo.


Fonte:  Annals of Palliative Medicine