Sindrome di Tourette e disturbi alla colonna cervicale

Un nuovo studio svedese ha fatto emergere come i soggetti con sindrome di Tourette o disturbo cronico da tic presentino maggiori probabilità di sviluppare disturbi alla colonna cervicale rispetto alla popolazione generale.


I ricercatori – guidati da Josef Isung del Centre for Psychiatry Research presso il Karolinska Institute di Stoccolma – hanno esaminato i dati relativi a 6.791 adulti in Svezia affetti da sindrome di Tourette o disturbo cronico da tic appaiati per età, sesso e luogo di nascita a 67.910 soggetti senza tali patologie nella popolazione generale. Tutti i partecipanti erano nati tra il 1973 e il 2013 e sono stati seguiti per una mediana di 17 anni.


Nel complesso, 237 persone (3,5%) con sindrome di Tourette o disturbo cronico da tic hanno ricevuto almeno una diagnosi di disturbo alla colonna cervicale durante il periodo di studio, rispetto ai 1.483 (2,2%) tra i controlli appaiati.

Dopo l’aggiustamento per disturbi reumatici, incidenti stradali, infortuni legati a cadute e sport, la sindrome di Tourette o il disturbo cronico da tic si associavano a un rischio significativamente più elevato di disturbo alla colonna cervicale (aHR, 1,39). La sindrome di Tourette o il disturbo cronico da tic si correlavano anche a un rischio significativamente aumentato di disturbi cervicali vascolari (aHR 1,57) e non vascolari (aHR 1,38).


“La regione del collo è vulnerabile a lesioni e in alcuni casi i tic motori potrebbero causare l’usura meccanica degli elementi spinali che nei casi più gravi potrebbe condurre a fratture, spazio compromesso per i nervi spinali che provoca radicolopatia/mielopatia e dissezione dei vasi cervicali adiacenti alla colonna cervicale”, osserva l’autore principale dello studio Josef Isung
L’età media alla diagnosi di sindrome di Tourette o disturbo cronico da tic era 15,6 anni.


I disturbi alla colonna cervicale esaminati nello studio sulla base dei codici dell’ICD-10 includevano aneurisma e dissezione dell’arteria carotidea, infarto cerebrale, spondilosi, disturbi del disco cervicale, fratture e distorsioni della colonna cervicale e cervicalgia.


In un’analisi di sottogruppo, i ricercatori hanno esaminato i dati relativi a 3.289 individui con sindrome di Tourette o disturbo cronico da tic e 32.890 controlli appaiati nella popolazione generale seguiti per tre anni. All’interno di questo gruppo, l’associazione tra sindrome di Tourette o disturbo cronico da tic e disturbi alla colonna cervicale era ancora più marcata (aHR 1,54).


I limiti dello studio includono il potenziale di errata diagnosi della sindrome di Tourette o disturbo cronico da tic, in particolare nella distinzione tra tic funzionali e idiopatici, osservano gli autori su JAMA Neurology. Inoltre, i ricercatori non disponevano di dati sulla gravità dei tic.


“I pazienti con sindrome di Tourette possono avere gravi tic motori che interessano la regione del collo e possono sviluppare dissezione arteriosa che conduce a ictus ischemico o lesione al midollo spinale cervicale, causando mielopatia e a sua volta disabilità a lungo termine”, dichiara Ashutosh Kumar, professore di pediatria e neurologia presso il Penn State Health Milton S Hershey Medical Center di Hershey, Pennsylvania, non coinvolto nello studio, “I medici dovrebbero essere attenti e consapevoli di queste potenziali complicanze per prevenire disabilità a lungo termine ed esiti infausti”.


Fonte: JAMA Neurology

IT-NON-05383-W-09/2023