Stampante 3D: copertura occlusale sulla precisione degli splint chirurgici ortognatici

La precisione dei bite chirurgici ortognatici è importante nel trattamento chirurgico-ortodontico. Perciò, un gruppo di ricercatori ha studiato un protocollo standardizzato per i bite tridimensionali (3D) stampati e a valutare la precisione dei bite con diversa copertura occlusale sulla dentizione (profondità di copertura occlusale, OCD), ottimizzando così la progettazione dei bite stampati in 3D per ridurre al minimo gli errori sistematici apparentemente inevitabili.

Sono quindi stati selezionati e scansionati i modelli in resina in occlusione ottimale di 19 pazienti. Sono stati fabbricati bite intermedi (IS) e bite definitivi (FS) con OCD di 2, 3, 4 e 5 mm, raggruppati rispettivamente come IS-2, IS-3, IS-4, IS-5, FS-2, FS-3, FS-4, e FS-5. Le dentizioni sono state poi occluse con ciascun bite e scansionate nel loro complesso per confrontarle con l’occlusione originale; infine, sono state misurate le deviazioni traslazionali e rotazionali della dentizione inferiore e le deviazioni traslazionali dei punti di riferimento.

I dati hanno evidenziato che, rispetto alla traslazione verticale, le dentizioni inferiori si sono traslate inferiormente rispetto a quelle superiori nella maggior parte dei bite e la traslazione è aumentata con l’aumentare dell’OCD. Le traslazioni verticali delle dentizioni, invece, nell’89,47% degli IS-2, nel 68,42% degli IS-3, nel 42,11% degli IS-4, nel 10,53% degli IS-5, nel 94,74% degli FS-2, nel 63,16% degli FS-3, nel 26,32% degli FS-4 e nel 21,05% degli splint FS-5 erano rispettivamente inferiori a 1 mm. Per quanto riguarda la rotazione del passo, le dentizioni inferiori ruotavano inferiormente e posteriormente nella maggior parte dei gruppi e la rotazione aumentava con l’aumentare dell’OCD. Le rotazioni del passo delle dentizioni nel 100% degli IS-2, nell’89,47% degli IS-3, nel 57,89% degli IS-4, nel 52,63% degli IS-5, nel 100,00% degli FS-2, nel 78,95% degli FS-3, nel 52,63% degli FS-4 e nel 47,37% degli splint FS-5 erano inferiori a 2°, rispettivamente.

In conclusione, alla luce del protocollo proposto per generare IS e FS stampati in 3D con piani basali normalizzati e OCD standardizzati, le deviazioni delle IS e delle FS si sono rivelate più evidenti nella dimensione verticale, nella rotazione del passo e tendevano ad aumentare con l’aumentare dell’OCD. Gli IS e gli FS con OCD di 2 e 3 mm, quindi, sono consigliabili per quanto riguarda la precisione relativa all’accettabilità clinica. Tuttavia, considerando la fabbricazione, la stabilità strutturale e l’applicazione clinica, si raccomandano IS e FS con OCD di 3 mm per un adattamento accurato.

 BMC Salute orale – https://doi.org/10.1186/s12903-022-02247-6

https://bmcoralhealth.biomedcentral.com/articles/10.1186/s12903-022-02247-6

IT-NON-07205-W-06/2024